Bandiera blu per l'anno
2013 /12 /11 /10 /09 /08 /07 /06 /05 /04
Bandiera blu: Anno 2009

da PisaInformaFlash - PISA 7/08/2009

Bandiera Blu 2009

Tirrenia, Marina e Calambrone

bandiera blu sventolaComunicato dell'Amministrazione Comunale 1

Bandiera Blu 2009

Consegnata al litorale pisano la Bandiera Blu 2009

La cerimonia a Palazzo Gambacorti alla presenza dell’assessore Federico Eligi, del comandante della capitaneria di porto Gennaro Melluso, del vicepresidente di Confcommercio Franco Benedetti, del presidente di Confesercenti Roberto Balestri, di Sergio Sighieri presidente della FIBA.
Concorde la soddisfazione per un riconoscimento, che è a tutti gli effetti un eco-label, cioè una certificazione di qualità ambientale, che premia non solo la qualità delle acque, ma uno standard di servizi elevato: servizi pubblici, servizi turistici, arredo urbano, mobilità .
Questo è il tredicesimo anno che Pisa ottiene la Bandiera Blu per le proprie spiagge.
Le prime bandiere blu vennero assegnate alla sola località di Tirrenia, successivamente grazie all’impegno profuso sia dall’amministrazione Comunale che dagli operatori economici turistici del litorale, la bandiera Blu è stata estesa anche alla località di Marina di Pisa e successivamente alla località di Calabrone.
“E’ un risultato importante- ha affermato l’assessore Eligi –realizzato con un grosso sforzo economico e una attenzione particolare dell’amministrazione comunale nei confronti del Litorale e grazie anche ad un prezioso lavoro di squadra. A tutti coloro che si sono adoperati per il miglioramento costante dei livelli qualitativi dell’ambiente e dei servizi turistici va il nostro ringraziamento "
“Mi auguro che per il futuro – ha continuato Eligi- si sviluppi una costante collaborazione tra l’amministrazione Comunale e operatori turistici ed economici del litorale, che porti ad un costante miglioramento della sua qualità ambientale e dell’offerta turistica, aperti come sempre a confronti, suggerimenti e all’adozione congiunta di iniziative in tal senso, che ci consentano il mantenimento anche per il futuro dell’ambito riconoscimento della Bandiera Blu nella consapevolezza che ancora molto si può fare e può essere fatto per il nostro litorale con l’impegno comune.”

Comunicato dell'Amministrazione Comunale 2

Le tante sollecitazioni di questi giorni sulle condizioni del nostro litorale , giunte da Ascom, Federalberghi, Confesercenti, meritano qualche commento. Non certo con l’intento di aggiungere elementi di riflessione ma soprattutto per ricondurre il contraddittorio dai giornale a quei luoghi in cui è possibile costruire il futuro della nostra città.E’ indubbio che in questi anni l’Amministrazione abbia fortemente investito sul litorale pisano. E’ sotto gli occhi di tutti e sarebbe miope o tendenzioso non riconoscerlo. Lo ha fatto sia investendo direttamente almeno 20 milioni di euro in infrastrutture (illuminazione, marciapiedi, edilizia pubblica e scolastica ecc..), sia costruendo percorsi virtuosi e strumenti urbanistici che hanno consentito all’imprenditoria privata di pianificare investimenti e progettualità che sono ormai in via di completamento. Da marina di Pisa, dove i lavori del porto seguono gli investimenti fatti per la riqualifica di buona parte del lungomare, fino a Calambrone dove sono in atto trasformazioni radicali con recupero e riqualifica delle strutture delle colonie abbandonate da decenni. Tutti interventi in buona misura ancora in corso, comprese le connesse opere di interesse pubblico che daranno un nuovo volto a diversi punti del litorale. Lo ha fatto per una precisa visione politica del futuro del litorale che sconta, tuttavia, una mancanza di dinamicità decennale sia nel settore pubblico che privato. Lo ha fatto cercando in ogni modo il dialogo, la condivisione dei percorsi e delle strategie con tutti coloro che hanno a cuore i litorale e ne rappresentano le specificità e gli interessi. E’ attraverso questo dialogo e questo percorso comune che siamo riusciti in pochi anni ad ottenere il riconoscimento della bandiera blu per l’intero litorale pisano. In tal senso, negli anni passati ho sempre lavorato con soddisfazione, credo reciproca, con gli operatori del litorale cui va parte, ma solo parte, del merito per il risultato raggiunto. Sentire oggi che si boicotta il risultato di tutti non esponendo sui parte dei bagni il vessillo blu, non mi pare un modo saggio di evidenziare le mancanze del nostro litorale ma un veicolo per aggiungere ulteriori potenziali elementi di criticità a danno prioritario dell’intera categoria che opera nel settore del turismo e dei servizi. Boicottare la bandiera blu è un dispetto prima di tutto a sé stessi. Quella del dialogo e del lavoro sinergico è l’unica strada per costruire qualcosa di concreto e di produttivo che sappia mediare le tante esigenze. E l’Amministrazione è sempre stata, ed ancora continua ad esserlo, aperta al confronto ed allo studio comune dei possibili miglioramenti e delle strategie di sviluppo. E se i tempi di intervento o di decisione possono essere più lunghi di quanto necessario o desiderato, è dovere di tutti, in primis della nostra Amministrazione, cercare la via più efficace per fornire risposte concrete in tempi certi.

Siamo consapevoli che ancora molto c’è da fare e che il nostro litorale mostra ancora criticità, a volte evidenti, in termini di infrastrutture e servizi: non si può negare, tuttavia, i tanti risultati già ottenuti dai quali è opportuno partire per il lavoro futuro. Alcuni punti critici segnalati in questi giorni hanno possibili soluzioni a breve e medio termine, altri sono più complessi e richiedono ancora confronto, buona volontà, onestà intellettuale e capacità di analisi e di intervento da parte di tutti. I nodi strategici su cui lavorare restano quelli storici della viabilità, dei parcheggi, della riqualifica di parte delle aree e delle piazze pubbliche, e del nuovo ma non trascurabile problema della trasformazione paesaggistica dovuta al recente abbattimento delle migliaia di pini marittimi affetti da Matzucossus. Anche su questo fronte l’Amministrazione ha lavorato a lungo e con impegno trasformando la grande emergenza ambientale legata all’aggressione dell’insetto mortale per i pini marittimi, in un grande intervento di riqualifica ambientale ed a costo zero per la collettività con la piantumazione di oltre 16.000 nuovi alberi che, purtroppo tra molti anni, restituiranno al litorale un bosco nuovo.

Posso quindi ribadire la disponibilità dell’Amministrzione e di ogni Assessore competente ad un dialogo sereno e costruttivo con tutti gli interlocutori interessati, lasciando alle spalle posizioni preconcette per preparare al meglio, in appositi tavoli di lavoro, la stagione 2010 che ci auguriamo possa essere anche all’insegna di una più generale ripresa economica

I criteri per l'assegnazione della Bandiera Blu

-assoluta validità delle acque di balneazione;
-nessuno scarico di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge;
-elaborazione da parte dei Comuni di un piano per eventuale emergenza ambientale;
-elaborazione da parte del Comune di un piano ambientale per lo sviluppo costiero;
-acque senza vistose tracce superficiali di inquinamento (chiazze oleose, sporcizia, ecc.);
-spiagge allestite con contenitori per rifiuti in numero adeguato;
-spiaggia tenuta costantemente pulita;
-dati delle analisi delle acque di balneazione a disposizione;
-facile reperibilità delle informazioni sulla Campagna Bandiere Blu d'Europa;
-iniziative ambientali che coinvolgano turisti e residenti;
-servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia;
-collocamento di salvagenti ed imbarcazioni di salvataggio;
-assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia;
-assoluto divieto di campeggio non autorizzato;
-divieto di portare cani sulle spiagge non appositamente attrezzate;
-facile accesso alla spiaggia;
-rispetto del divieto di attività che costituiscono pericolo per i bagnanti;
-equilibrio tra attività balneari e rispetto della natura;
-servizi di spiaggia efficienti;
-accessi facilitati per disabili;
-fontanelle di acqua potabile;
-telefoni pubblici dislocati vicino la spiaggia.

depliant 2009
Photogallery
bandiera blu-info-1 info-2


Guida Blu per l'anno
2011
ECOSISTEMA URBANO per l'anno
2013 /12 /11 /10 /09 /08 /07
Premio Merli dell''ambiente per l'anno
2007
Certificazione europea Emas per l'anno
2008
Certificazione ambientale ISO 14001 per l'anno
2009